Non sono presenti avvisi

3.1.a Gestori del Servizio

Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti:
TARIFFE E RAPPORTO CON GLI UTENTI
 
 protocollo.belmontemezzagno@pec.it
 Via Aldo Moro 90 - 90031 - Belmonte Mezzagno (PA)
 
RACCOLTA E TRASPORTO RIFIUTI - SPAZZAMENTO E LAVAGGIO STRADE
 0931544351
 
info@techservizisiracusa.it
 Via Rocco Chinnici 8 - 96014 - Floridia (SR)

3.1.c Modulistica Reclami 

Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

La richiesta può essere presentata al comune:

- via email all'indirizzo:

- via PEC: protocollo.belmontemezzagno@pec.it

- posta ordinaria a Comune Belmonte Mezzagno - Via Aldo Moro 90 - 90031 - Belmonte Mezzagno (PA)

- presentandosi direttamente allo Sportello del contibuente aperto con i seguenti orari:

 

ORARIO DI APERTURA SPORTELLO UFFICIO TRIBUTI

lunedì        09:00 - 13:00

mercoledì  09:00 - 13:00

venerdì      09:00 - 13:00

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

 

Calendario per la raccolta dei rifiuti:
Lunedì sera:      Umido Organico - Pannolini
Martedì sera:     Plastica - Vetro e Alluminio
Mercoledì sera:  Carta e cartone (Anche per Utenze Commerciali)
Giovedì sera:     Umido e Organico - Pannolini
Venerdì sera:     
Secco non riciclabile
Sabato sera:      Umido Organico - Pannolini

Versione PDF scaricabile del calendario:

 

Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
 
Attualmente non sono state previste campagne straordinarie
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
 

Si riporta di seguito il MATERIALE INFORMATIVO per:

    - la RACCOLTA della CARTA

    - la RACCOLTA della PLASTICA

    - la RACCOLTA del VETRO

    - la RACCOLTA dell'UMIDO

 

Presto disponibile la Carta della qualità del servizio vigente
 
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
 
Anno RD (t) Tot. RU (t)  RD (%)
2018 1.467,000 2.899,080 50,60
2017 1.157,723 2.364,083 48,97
2016 1.300,880 2.639,710 49,28
 

Andamento della percentuale di raccolta differenziata

Andamento della produzione totale e della RD 

Andamento del pro capite di produzione e RD 

Ripartizione percentuale della RD per frazione 

Ripartizione del pro capite di RD per frazione 

 
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Presto disponibile il calendario lavaggio e spazzamento strade
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
DOMESTICA


Abitazione con 3 occupanti
 Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a € 314, calcolato applicando:
 
 Tariffa fissa: € 0,310252
 Tariffa variabile: € 268,338993
 Quota fissa: € 0,310252 * 100  (365/365) = € 31,0252
 Quota variabile: € 268,338993 (365/365) = € 268,338993
 Totale imposta: € 31,0252 + € 268,338993 = € 299,364193
 Totale: € 299,364193 + 5,00% = € 314,332402
NON DOMESTICA
 Distributori carburanti, impianti sportivi
 Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale  provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a € 220, calcolato applicando:
 
 Tariffa fissa: € 0,237758
 Tariffa variabile: € 1,861734
 Quota fissa: € 0,237758 * 100  (365/365) = € 23,7758
 Quota variabile: € 1,861734 * 100 (365/365) = € 186,1734
 Totale imposta: € 23,7758+ € 186,1734 = € 209,9492
 Totale: € 209,9492 + 5,00% = € 220,44666

Si allega il volantino informativo nel quale sono esposte le tariffe applicate per l'anno 2019.
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste.
 
Per poter usufruire delle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale occorre rivolgersi all'UFFICIO TRIBUTI COMUNALE  che riceve  presso la Sede Comunale, nei seguenti orari: 
Lunedì       09:00 - 13:00
Mercoledì  09:00 - 13:00
Venerdì      09:00 - 13:00
E' possibile contattare il personale addetto al servizio anche:
- telefonicamente al numero    
- via pec all'indirizzo: protocollo.belmontemezzagno@pec.it
 
Per conoscere le riduzioni applicate dal comune verificare il regolamento comunale dall' art. 39 all'art. 44.
ART. 39
ZONE NON SERVITE
1. Il tributo è dovuto per intero nelle zone in cui è effettuata la raccolta dei rifiuti urbani ed
assimilati. Si intendono servite tutte le zone del territorio comunale incluse nell’ambito dei
limiti della zona servita, individuata mediante apposita planimetria, come definita dal
vigente regolamento comunale per la gestione del servizio dei rifiuti urbani ed assimilati.
2. Nelle zone esterne alla perimetrazione di cui al precedente comma, purchè di fatto non
servite dalla raccolta, la tassa è dovuta nelle seguenti misure, in relazione alla distanza dal
più vicino punto di raccolta rientrante nella zona perimetrata e di fatto servita:
- In misura pari al 40% della tariffa per distanze fino a 500 metri;
- In misura pari al 37% della tariffa per distanze da 501 metri fino a 1000 metri;
- In misura pari al 36% della tariffa per distanze da 1001 metri in poi.
3. Per la finalità di cui al precedente comma la distanza viene calcolata a partire dal ciglio
della strada pubblica, escludendo, quindi, le eventuali vie di accesso private agli
insediamenti.
La suddetta distanza viene determinata considerando il più breve percorso esistente su
pubblica viabilità.
4. La riduzione di cui al presente articolo deve essere appositamente richiesta dal soggetto
passivo con la presentazione della dichiarazione di cui al successivo art. 61 e viene meno a
decorrere dall’anno successivo a quello di attivazione del servizio di raccolta.
 
ART. 40
RIDUZIONI ED ESENZIONI PER LE UTENZE DOMESTICHE
1. Ai sensi dell’art. 1, comma 659, della Legge 27/12/2013, n. 147, la tariffa del tributo è ridotta
nelle seguenti ipotesi:
- abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, non
superiore a 183 giorni nell’anno solare: riduzione del 30%;
- abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi
all'anno, all'estero: riduzione del 30%;
2. Il Consiglio comunale, con specifica deliberazione da adottare entro il termini di approvazione
del bilancio di previsione dell’esercizio finanziario di riferimento, può deliberare eventuali
esenzioni.
3. Le riduzioni tariffarie di cui sopra competono esclusivamente a richiesta dell’interessato e
decorrono dall’anno successivo a quello della richiesta, salvo che non siano domandate
contestualmente alla dichiarazione di inizio possesso/detenzione o di variazione tempestivamente
presentata, nel cui caso hanno la stessa decorrenza della dichiarazione. Il contribuente è tenuto a
dichiarare il venir meno delle condizioni che danno diritto alla loro applicazione entro il termine
previsto per la presentazione della dichiarazione di variazione. Le riduzioni/esenzioni cessano
comunque alla data in cui vengono meno le condizioni per la loro fruizione, anche se non
dichiarate.
 
ART. 41
RIDUZIONE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA
DA PARTE DELLE UTENZE DOMESTICHE
1. Nella modulazione della tariffa del tributo sono assicurate delle riduzioni per la raccolta
differenziata riferibile alle utenze domestiche, come previsto dall'art.1, comma 658, della Legge
27/12/2013, n. 147. Il costo delle riduzioni previste dal presente articolo determina un abbattimento
di pari importo della parte variabile della tariffa.
2. Al fine di agevolare chi effettua la raccolta differenziata, per il conferimento di alcune tipologie
di rifiuti solidi urbani conferiti in modo differenziato presso le stazioni ecologiche attrezzate
individuate dal Comune, dal momento in cui esse saranno attive, è riconosciuto uno sconto
tariffario. L’importo complessivo annuale da destinare allo sconto tariffario viene deliberato
annualmente dalla Giunta Comunale e non potrà comunque superare il 30% della tariffa.
L’attribuzione dello sconto tariffario ai singoli utenti avviene secondo criteri determinati dalla
Giunta Comunale che tengano comunque conto dei quantitativi conferiti.
 
ART. 42
RIDUZIONE PER LE UTENZE NON DOMESTICHE
NON STABILMENTE ATTIVE
1. I locali diversi dalle abitazioni ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non
continuativo ma ricorrente sono esenti dal tributo a condizione che:
- l’utilizzo non superi 183 giorni nel corso dell’anno solare;
- le condizioni di cui sopra risultino dalla licenza o da altra autorizzazione amministrativa
rilasciata dai competenti organi.
2. Per le unità immobiliari appartenenti alla categoria C2 utilizzate quali garage o magazzino
di deposito degli stessi proprietari o familiari affini fino al 1° grado di parentela, dove la
presenza dell’uomo risulta essere sporadica e data dalla sola sosta temporanea al deposito di
materiali, della vettura o motociclo,al fine di non incidere sul disagio socio-economico che
attanaglia la maggioranza della cittadinanza belmontese, la tariffa ordinaria base risulta
essere ridotta del 90% nei seguenti casi:
- nei casi di unico componente familiare il cui reddito annuo non superi € 15.000,00;
- nucleo familiare composto da due componenti il cui reddito annuo non superi € 28.000,00;
- nucleo familiare composto da tre componenti il cui reddito annuo non superi € 40.000,00;
- nucleo familiare composto da più componenti il cui reddito annuo non superi € 60.000,00;
- esenzione totale nei casi di titolari di pensione sociale il cui reddito complessivo annuo non
superi € 7.500,00.
3. La riduzione tariffaria sopra indicata compete a richiesta dell’interessato e decorre dall’anno
successivo a quello della richiesta, salvo che non sia domandata contestualmente alla
dichiarazione di inizio possesso/detenzione o di variazione tempestivamente presentata, nel
cui caso ha la stessa decorrenza della dichiarazione. Il contribuente è tenuto a dichiarare il
venir meno delle condizioni che danno diritto alla sua applicazione entro il termine previsto
per la presentazione della dichiarazione di variazione. La stessa cessa comunque alla data in
cui vengono meno le condizioni per la sua fruizione, anche se non dichiarate.
 
ART. 43
ALTRE AGEVOLAZIONI
1. Ai sensi dell’art. 1, comma 660, della Legge 27/12/2013, n.147 Il Consiglio comunale, con
specifica deliberazione da adottare entro il termini di approvazione del bilancio di previsione
dell’esercizio finanziario di riferimento, può deliberare ulteriori riduzioni.
2. Le eventuali riduzioni tariffarie di cui sopra competono a richiesta dell’interessato e decorrono
dall’anno successivo a quello della richiesta, salvo che non siano domandata contestualmente
alla dichiarazione di inizio possesso/detenzione o di variazione tempestivamente presentata, nel
cui caso ha la stessa decorrenza della dichiarazione. Il contribuente è tenuto a dichiarare il venir
meno delle condizioni che danno diritto alla loro applicazione entro il termine previsto per la
presentazione della dichiarazione di variazione. Le stesse cessano comunque alla data in cui
vengono meno le condizioni per la loro fruizione, anche se non dichiarate.
 
ART. 44
CUMULO DI RIDUZIONI
1. Qualora si rendano applicabili più riduzioni o agevolazioni, il contribuente può fruirne di una
fra quelle più favorevoli.

Regolamento TARI o regolamento per l’applicazione di una tariffa di natura corrispettiva
 
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
 
Modello di pagamento Costo commissione 
Modello Semplificato F24
€ Gratuito


 
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso

Rate di scadenza TARI 2020 Comune di Belmonte Mezzagno:

 
RATA UNICA 16/06/2020
PRIMA RATA 16/04/2020
SECONDA RATA 16/06/2020
TERZA RATA 16/12/2020
 


Sarà cura del personale addetto all'Ufficio Tributi elaborare e trasmettere gli avvisi per il pagamento della TARI nei confronti di tutti i soggetti che risultano iscritti e che non si sono cancellati dall’archivio dei soggetti tenuti al pagamento della tassa. 

Si ricorda che è necessario presentare una apposita dichiarazione, entro  il 30 giugno dell'anno successivo all'occupazione o detenzione dell'immobile, all'Ufficio Tributi utilizzando la modulistica di seguito riportata che resterà valida fino alla presentazione di una nuova dichiarazione di variazione o cessazione dell'occupazione/detenzione dell'immobile.

 

Per le PERSONE FISICHE che utilizzano l'immobile come UTENZA DOMESTICA deve essere presentata dichiarazione presso l'ufficio tributi.

La tariffa viene calcolata sulla base del numero dei componenti del nucleo famigliare. 

 

Nel caso in cui l'immobile sia privo di arredi e allacci alle utenze oppure inagibile/in ristrutturazione, può essere presentata la dichiarazione per la cancellazione 
 

Invitiamo, pertanto, a presentare regolare denuncia utilizzando i modelli  indicati, trasmettendoli:

- a mezzo posta ordinaria indirizzata al Settore Tributi Comune di Belmonte Mezzagno - Via Aldo Moro 90 - 90031 Belmonte Mezzagno (PA)

- a mezzo PEC all'indirizzo protocollo.belmontemezzagno@pec.it

- presentandosi direttamente allo sportello "Ufficio Tributi" presso il Palazzo Comunale ai seguenti orari:

 

ORARIO DI APERTURA UFFICIO TRIBUTI

lunedì        09:00 - 13:00

mercoledì  09:00 - 13:00

venerdì      09:00 - 13:00

 

 

 

 

Nel caso di omesso/parziale versamento degli avvisi emessi dall'Ufficio Tributi, si procederà con avviso d'accertamento, applicando la sanzione prevista dall’art.13 del decreto legislativo 18 dicembre 1997 n.471, oltre all’addebito di interessi calcolati nella misura del tasso di interesse legale, il mancato pagamento dell'avviso di accertamento costituisce titolo esecutivo.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, invitiamo, pertanto, a presentare comunicazione , trasmettendoli:
 

- a mezzo posta ordinaria indirizzata al Settore Tributi Comune di Belmonte Mezzagno - Via Aldo Moro - 90031 Belmonte Mezzagno (PA)

- a mezzo PEC all'indirizzo protocollo.belmontemezzagno@pec.it

- presentandosi direttamente allo sportello "Ufficio Tributi" presso il Palazzo Comunale ai seguenti orari:

 

ORARIO DI APERTURA UFFICIO TRIBUTI

lunedì        09:00 - 13:00

mercoledì  09:00 - 13:00

venerdì      09:00 - 13:00

 

 
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

Qualora si volesse optare per la ricezione in formato elettronico del presente atto, occorre trasmettere la richiesta di cui al file sotto riportato. 

 

 

Le comunicazioni possono essere trasmesse:

- a mezzo posta ordinaria indirizzata al Settore Tributi Comune di Belmonte Mezzagno - Via Aldo Moro 90 - 90031 Belmonte Mezzagno (PA)

- a mezzo PEC all'indirizzo protocollo.belmontemezzagno@pec.it

- presentandosi direttamente allo sportello "Ufficio Tributi" presso il Palazzo Comunale ai seguenti orari:

 

ORARIO DI APERTURA UFFICIO TRIBUTI

lunedì       09:00 - 13:00

mercoledì 09:00 - 13:00

venerdì     09:00 - 13:00

 

Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti
 

 
torna all'inizio del contenuto